I BENEFICI DI UN BUON SONNO

Chi dorme non piglia pesci, ma guadagna in salute! Circa un terzo dell’esistenza viene trascorso dormendo e la qualità del sonno incide a 360 gradi sul benessere quotidiano di ciascun individuo. Insieme all’alimentazione e all’esercizio fisico, il riposo è considerato uno dei pilastri di una vita sana. Una notte di buon sonno infatti fa bene alla mente e al corpo e ci rende più attivi, vigili ed efficienti, mentre i disturbi del sonno possono avere gravi conseguenze sulla salute.
Vediamo insieme tutti i benefici di un sonno riposante.

BENEFICI SUL CORPO

Dormire bene ti fa dimagrire

La carenza di sonno è fortemente collegata all’aumento di peso. Uno studio ha dimostrato che bambini ed adulti che dormono poco hanno rispettivamente l’89% e il 55% di possibilità in più di diventare obesi.
L’effetto del sonno sull’aumento di peso è naturalmente mediato da numerosi fattori, inclusi gli ormoni e la motivazione all’attività fisica.

Il sonno ti fa bello!

Lo dimostra uno studio condotto in Svezia nel 2010 e pubblicato sul British Medical Journal: sono state messe a confronto immagini di persone fotografate dopo 8 ore di sonno con immagini delle stesse persone fotografate dopo una veglia forzata di trenta ore. Il campione selezionato, a cui è stato chiesto di esprimere un parere sui soggetti ritratti, ha trovato molto più attraenti e in salute i soggetti che avevano dormito otto ore.

Dormire bene rinforza il sistema immunitario

È stato dimostrato che anche una piccola perdita di sonno compromette le funzioni immunitarie.
Alcuni ricercatori hanno monitorato per due settimane lo sviluppo di un comune raffreddore dopo aver somministrato alle persone gocce nasali con il virus.  È stato rilevato che coloro che dormivano meno di sette ore avevano il triplo delle possibilità di sviluppare il raffreddore rispetto a coloro che dormivano 8 ore o più. 

Migliori atleti grazie al sonno

È stato dimostrato che il buon sonno potenzia le prestazioni atletiche. In uno studio su giocatori di basket, è stato evidenziato che un sonno più lungo migliora significativamente la velocità, la precisione e il tempo di reazione.
Uno studio su oltre 2800 donne ha invece rilevato che la carenza di sonno è collegata a una camminata più lenta, una forza di presa inferiore e una più alta difficoltà nelle attività autonome.

Minor rischio di patologie cardiache, ictus e diabete

Una review di 15 studi ha rilevato che chi non dorme a sufficienza è esposto a un rischio molto maggiore di malattie cardiache e ictus rispetto a coloro che dormono 7-8 ore per notte.  In uno studio su giovani uomini in salute invece, la riduzione del sonno fino a 4 ore per 6 notti di fila ha causato sintomi pre-diabetici. Questi sintomi si sono risolti dopo una settimana in cui è stata aumentata la durata del sonno.
È stato infine dimostrato che coloro che dormono meno di 6 ore per notte sono esposti ad un rischio maggiore di sviluppare il diabete di tipo 2. 

Un buon sonno ti permette di guarire più rapidamente da tagli e microlesioni

Con le attività metaboliche rallentate e l’attività cerebrale più “libera” dalle incombenze della veglia, l’attività cellulare si concentra maggiormente sulla propria rigenerazione e riparazione. Questo accade ad esempio ai muscoli che, mentre dormiamo, si rilassano e hanno modo di rigenerarsi riparando le microlesioni che le attività della giornata hanno comportato.

BENEFICI SULLA MENTE

Minor rischio di malattie neurologiche

Durante il sonno, il sistema glinfatico si attiva per drenare ed espellere le proteine tossiche prodotte dal cervello nella fase di veglia. Questi scarti vengono drenati attraverso gli spazi intercellulari che aumentano durante il sonno proprio per permettere il drenaggio. Verranno poi indirizzati al fegato che provvederà al loro smaltimento.
Meglio così: se non lo facessero aumenterebbe di moltissimo il rischio di Alzheimer, Parkinson e altre malattie neurodegenerative!

Un buon sonno migliora la memoria

Dormire è molto importante per consolidare la memoria poiché il nostro cervello utilizza proprio queste ore per trasferire i ricordi dalla memoria a breve termine a quella a lungo termine.

Chi dorme di più, rende di più

Tutte le principali funzioni celebrali come razionalità, concentrazione, produttività sono influenzate negativamente dalla carenza di sonno.  I tirocinanti con un orario di lavoro più lungo di 24 ore commettono il 36% in più di errori rispetto ai tirocinanti con un orario di lavoro che consente più riposo. 
Un altro studio ha evidenziato che un riposo troppo breve può impattare negativamente su alcuni aspetti delle funzioni cerebrali allo stesso livello di un’intossicazione da alcol.
D’altro canto, è stato dimostrato che il buon sonno migliora le capacità di problem solving sia nei bambini che negli adulti. 

Ed è anche più felice!

Problemi di salute mentale, come la depressione, sono strettamente connessi ai disturbi del sonno. Uno studio condotto dalla Columbia University di New York su un campione di 15 mila studenti ha dimostrato che dormire poco aumenta di oltre il 70% il rischio di depressione.
Una ricerca condotta invece su ragazzi australiani di età compresa fra i 17 e i 24 anni ha dimostrato come il sonno carente esponga a stress anche in forma grave.

TORNA ALLA HOME

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *